L’arte di annodare le frange è antichissima e molto difficile da fare. Qui vi spiego come realizzare dei nodi a motivo corallo, uno tra i più decorativi e raffinati. Potrete ornare salviette, federe, lenzuola o copritavola o anche delle tende lunghe, per dare un tocco ottocentesco alla vostra casa.

Inizia la procedura passando nel tessuto dei mazzetti di 2 fili l’uno a mm 8 di intervallo dell’altro. La prima serie di nodi eseguila con una serie di nodi a festone semplici, che andranno a formare i mazzetti al margine del tessuto. La seconda ed ultima serie di nodi invece li farai con dei motivi quadrati composti di 13 nodi piatti scambiati, servendoti di 2 mazzetti di destra e 2 di sinistra, presi dai nodi piatti della riga precedente.

La quarta, settima e decima serie di nodi le farai eseguendo 2 occhielli sovrapposti a destra e a sinistra dei quadrati di nodi piatti. Inizia con un nodo piatto, poi fai due catenelle di 4 nodi festone e riuniscili con un nodo piatto. Esegui quindi due catenelle di 4 nodi festone, che chiuderai con un nodo piatto.

La quinta, ottava ed undicesima serie di nodi la eseguirai con una croce composta di 4 occhielli, fra i due gruppi di occhielli eseguiti precedentemente. La croce la legherai nel mezzo con un grande nodo piatto. Per rinforzare le nappe, aggiungi dei mazzetti di filo supplementari. Nelle due frange, ognuna delle serie di nodi corrisponde ad un motivo corallo.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *